Votami

siti

venerdì 21 marzo 2014

Imparare il suono GLI attraverso l'esplorazione dell'ambiente

Per dare senso all'attività legata ai digrammi, ho portato i bambini al parco, per scoprire i mutamenti che la Primavera sta apportando alla natura.
Abbiamo osservato i piccoli germogli, il trifoglio nano, le foglioline nuove, i cespugli che cambiano colore, le pratoline, i bucaneve e abbiamo ascoltato il cinguettio degli uccellini che si apprestano a costruire il nido. Abbiamo sentito sulla pelle l'aria più tiepida e accarezzato l'erbetta nuova. Ho scattato alcune foto.
Tornati in classe abbiamo prodotto il testo:
"E' Primavera, la meraviglia del risveglio.
Spunta il trifoglio, si affacciano  i primo germogli, le foglioline curiose fanno capolino.
I conigli escono dalle tane e gli scoiattoli si svegliano.
Gli uccellini tornano a cantare; tra i cespugli sbucano primule e viole.
Gli occhi della Madonna si aprono alla meraviglia.
Grazie Primavera! Con te abbiamo imparato la GLI!

Al termine ho assegnato un lavoro a coppie attraverso il quale volevo verificare la loro capacità di fare scelte logiche, motivandole.
Sono rimasta molto soddisfatta. I bambini mi sorprendono sempre!
Ecco il lavoro che ne è venuto fuori:






Perchè i bambini avessero a disposizione un mezzo in più per ripassare quanto appreso, ho creato il video che vedete qui:
Imparare la GLI con la primavera

giovedì 13 marzo 2014

Maestra vecchia fa buon brodo: Le parti del giorno

Maestra vecchia fa buon brodo: Le parti del giorno: L'attività pratica, legata all'ambito storico - concetto di SUCCESSIONE, si pone l'obiettivo di far riflettere gli alunni di classe prima sui cambiamenti che il trascorrere del tempo provoca nella giornata

Le parti del giorno

L'attività , legata all'ambito storico - concetto di SUCCESSIONE, si pone l'obiettivo di far riflettere gli alunni di classe prima sui cambiamenti che il trascorrere del tempo provoca nella giornata. Dapprima essi hanno drammatizzato, grazie alla scatola dei travestimenti,  le azioni che svolgono da quando si svegliano a quando ritornano a dormire la sera, quindi hanno osservato dalla finestra la posizione del SOLE nei vari momenti della giornata. Analizzando la direzione della luce sui banchi, hanno discusso su quando e per quanto tempo sia necessario utilizzare l'illuminazione artificiale  in classe e quando invece risulti uno spreco inutile. Ciò li ha aiutati a comprendere che la luce , durante il giorno, varia di intensità.
Dal punto di vista linguistico l'attività ha permesso di arricchire il lessico con termini specifici quali ALBA, AURORA, MATTINO, MEZZOGIORNO, POMERIGGIO, TRAMONTO , CREPUSCOLO, SERA, NOTTE,  MEZZANOTTE.
Per chiarire meglio il concetto attraverso l'operatività, ho proposto il lavoretto che vedete qui sotto illustrato.

PRIMA FASE


                                           video

SECONDA FASE


video



giovedì 6 marzo 2014

Maestra vecchia fa buon brodo: Attività in biblioteca

Maestra vecchia fa buon brodo: Attività in biblioteca: La mia scuola " Luigi Einaudi " di Marene (CN) dispone di una biblioteca molto fornita e colorata. E' intitolata a Maurizio Tr...

Attività in biblioteca

La mia scuola " Luigi Einaudi " di Marene (CN) dispone di una biblioteca molto fornita e colorata. E' intitolata a Maurizio Trovato, un giovane papà che, prima di morire, ha voluto destinare dei fondi per l'acquisto di volumi e l'abbellimento della biblioteca dove la sua bambina e tutti gli altri alunni avrebbero potuto trovare uno spazio per volare con la mente
Con quei fondi le maestre hanno potuto acquistare molti libri e molti barattoli di colori con cui si sono divertite a rendere il posto davvero magico.

Accompagno i bambini in biblioteca una volta alla settimana. Ecco la sequenza delle azioni.
1) intorno al tavolo si scambiano pareri sui libri letti
2) si sceglie il compagno a cui consigliare il proprio libro, motivando la scelta
3) se il compagno accetta, il libro è suo
4) se il compagno non accetta, potrà prendere in prestito un nuovo volume
5) i volumi vengono scelti tra una rosa  proposta dall'insegnante e adeguata alle capacità dell'alunno.

DIVIETO ASSOLUTO DI APRIRE IL LIBRO FINCHE' L'INSEGNANTE NON DICE "VIA"

I volumi possono essere guardati, annusati, toccati, si possono leggere i titoli, descrivere, leggere la quarta di copertina, si possono fare ipotesi sul contenuto ma ... NON SI POSSONO APRIRE.

6) quando tutti i bambini hanno scelto il loro libro, creo un po' di suspence e poi ... do' il VIA!!!
SOLO IN QUEL MOMENTO i volumi si possono aprire e si può iniziare a leggere.

Appena i bambini ci prendono gusto - alla seconda/terza pagina ad esempio, ordino lo STOP!
Da quel momento è VIETATO leggere. Si levano proteste a non finire ma... niente! Bisogna essere inflessibili. VIETATO LEGGERE,
Quando tornano in classe di solito cercano di infrangere il divieto di nascosto ma io sono inflessibile.
" Leggerete a casa!"
Le domande arrivano a raffica: posso leggere nell'intervallo? Posso leggere quando ho finito il lavoro?
E allora, io che sono brava, sospiro e ... acconsento...